[Simracing Podcast] iRacing dalla A alla Z. La seconda puntata. Dall’hardware al Setup

Una puntata idealmente divisa in due. Apriamo con una panoramica veloce sugli strumenti per simulare per poi iniziare idealmente il nostro cammino verso le gare con iRacing partendo … dall’installazione

 

 

Non è un mondo facile quello del SimRacing (ok una locuzione che scrivo così perché mi piace). Non mi riferisco alla competizione, ma per l’enorme numero di variabili che è necessario conoscere per poter sfruttare al massimo ogni Titolo e per le vaste aree di personalizzazione e miglioramento che si possono raggiungere nel tempo, ma a patto di investimenti crescenti.

Ecco, la puntata di oggi parte proprio da questo concetto: è necessario spendere cifre importanti per competere con soddisfazione? Il nostro Renzo Archimede Olivieri ci rassicura subito: il SimRacing è una disciplina ampiamente scalabile che ci consente di partire con relativamente poco per poi permetterci di investire in hardware e software per migliorare sempre di più lato feedback al pari passo (ci si aspetta) della nostra abilità. Attenzione, però, che si può andare veloci anche con una dotazione minima.

La soluzione evoluta è quella di adottare una postazione completa che simuli fedelmente il cockpit dell’auto. Anche qui siamo solo all’inizio del possibile …
Un semplice tavolo con volante e pedaliera può bastare per iniziare con il simracing, ma anche per praticarlo con continuità anche in modo competitivo

Rientriamo poi su iRacing per parlare della fase di installazione e di gioco. Dopo aver installato l’eseguibile (qualche centinaia di mega) iRacing installa anche un anti-cheat necessario per controllare costantemente la corrispondenza dei file in locale con quelli originali. Questo costante match making evita trucchi per aumentare le prestazioni delle vetture di un pilota rispetto ad un altro .

Il setup, poi, continua con la calibrazione delle periferiche (volanti e pedaliere) che consente di poter scegliere una regolazione globale che, in linea di massima può andar bene per tutte le vetture) oppure scegliere una calibrazione specifica per ogni tipo di auto.

In aggiunta possiamo decidere l’ora del giorno in cui simulare, la temperatura, il vento, la luce di quel determinato circuito in cui stiamo per andare a guidare e, restando nel setup generale, accedere alla personalizzazione dei comandi del proprio volante con il quale siamo in grado di attivare regolazioni di carattere tecnico (come ripartizione di frenata) o richiamare dati di gara. Tutti questi dati li posso inserire all’interno di “black box” che racchiudono varie informazioni come: tempo sul giro, classifica, relative (cioè il vantaggio o il distacco rispetto al mio avversario), ecc.

A queste regolazioni si aggiungono quelle squisitamente tecniche legate all’assetto dell’auto. Sono quelle che si effettuano nell’officina (Garage) di iRacing e che racchiudono tutte le classiche voci legate alla vera messa a punto.

L’area “Garage” è dedicata al “fine tuning” di ogni modello. Qui, come nella realtà, si fa spesso la differenza

Con questa puntata vogliamo indirizzare ogni “rookie” all’interno dell’articolato sistema di regolazioni e personalizzazioni previsto da iRacing. Per ogni richiesta particolare basta lasciare un messaggio nella pagina FB di Motorsport Republic+  o di iRacing Italia

Come ascoltare il Podcast di Motorsport Republic+

Tutte le puntate del podcast di Motorsport Republic+ le puoi ascoltare all’interno di ogni articolo dedicato, come questo, oppure collegandoti su Spreaker.com cercando la pagina del “Podcast di Motorsport Republic” o, per gli appassionati di SIM Racing anche SimRacing Podcast . È possibile trovare e seguire la pagina anche su iTunes, Castbox.fmStitcher.com. Ma il podcast consente anche di ascoltare ogni puntata in mobilità. Durante il tuo fitness time, in macchina. Dove e quando vuoi. Per farlo è semplicissimo: scarica le app di Spreaker.com, Castbox.fm o Stitcher.com e se utilizzi Spotify cerca “il podcast di Motorsport Republic+” nella sezione dedicata, appunto, ai podcast.

Non dimenticarti di abbonarti al canale per ricevere la notifica di ogni nuova puntata che potrai ascoltare in streaming o scaricare.

Buon ascolto

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *