[Il podcast di MR+] L’intervista a Roberto Piccinini. Lo storytelling attraverso le immagini

Conosco Roberto da molto tempo, ho lavorato spessissimo con lui, ne ho ammirato la dedizione nella ricerca del giusto scatto nel giusto momento. La fotografia ha un peso notevole nell’insieme di un racconto e con lui parliamo di questo e di tanto, tanto altro

 

 

Non sono un fotografo, non conosco la tecnica se non per infarinatura generale e per sentito dire, ma amo l’immagine come complemento della scrittura e amo chi riesce a racchiudere in una immagine anche ciò che rimane sulla soglia della percezione. Ci vuole colpo d’occhio, sensibilità e, ovviamente, bravura, per guardare il mondo incorporando in uno scatto il soggetto protagonista immerso, magari, nella multivocità dell’esperienza quotidiana.

Tutto questo lo ritrovo negli scatti di Roberto Piccinini e, con lui, in questa puntata del podcast, parliamo appunto di fotografia e dell’importanza che riveste o che dovrebbe rivestire nella definizione di un racconto o  di un articolo.

Questo è uno scatto famosissimo: Enzo Ferrari e Jaques Villeneuve durante una sessione di prove a Fiorano

Roberto è figlio e nipote d’arte e la sua agenzia Actualfoto è una delle più rinomate e quotate agenzie fotografiche italiane soprattutto per il suo immenso archivio storico che risale al 1950 a quando suo padre e suo zio hanno iniziato a frequentare gli autodromi di tutto il mondo. Un clima che Roberto ha iniziato a vivere già in tenera età e che gli ha consentito di assorbire e far sua  quella sorta di formazione continua che, quasi inconsciamente, lo ha portato a diventare il fotografo di oggi.

Abbiamo parlato di copyright ai tempi dell’internet con la rete che sembra non tutelare il diritto d’autore, sembra perché poi, Roberto, ci spiega che le azioni e le norme a tutela del lavoro dei fotografi è diventato molto più stringente.

 

 

 

E poi il mondo dell’editoria, i limiti di visione di un settore, quello della carta stampata,  che sembra non aver interpretato ancora il giusto rapporto tra off line e on line e che stenta a considerare come strategica la scelta di una immagine di qualità. I limiti del lavoro di un fotografo in Italia rispetto al ruolo ben più centrale e importante che invece è all’estero.

Quaranta minuti di intervista dove si sono toccati moltissimi argomenti tutti da affrontare non solo parlando di auto, ma, più in generale, del come la fotografia è interpretata e “sentita” in Italia.

Come ascoltare il Podcast di Motorsport Republic+

Tutte le puntate del podcast di Motorsport Republic+ le puoi ascoltare all’interno di ogni articolo dedicato, come questo, oppure collegandoti su Spreaker.com cercando la pagina del “Podcast di Motorsport Republic”. È possibile trovare e seguire la pagina anche su iTunes, Castbox.fmStitcher.com. Ma il podcast consente anche di ascoltare ogni puntata in mobilità. Durante il tuo fitness time, in macchina. Dove e quando vuoi. Per farlo è semplicissimo: scarica le app di Spreaker.com, Castbox.fm o Stitcher.com, ma puoi trovare il podcast di Motorsport Republic+ anche su Spotify nella sezione dedicata, appunto, ai podcast. Puoi abbonarti al canale per ricevere la notifica di ogni nuova puntata che potrai ascoltare in streaming o scaricare

Buon ascolto.

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *